La ViaggioIntervista – Emma racconta la cucina vietnamita

Questa ViaggioIntervista la dedichiamo a Emma di Asiatica Travel. Abbiamo la fortuna di prepararci al nostro viaggio in Vietnam iniziando a conoscere le usanze e la cultura di questi luoghi. Iniziamo da una tematica di grande interesse: la cucina.

Emma di Asiatica Travel
Emma di Asiatica Travel

IVdS. Ciao Emma e benvenuta! Per iniziare ti chiediamo di presentarti, chi sei e cosa fai in Vietnam?

Prima di tutto ciao Laura e Lorenzo e grazie di avermi dato l’opportunità di poter condividere la mia conoscenza sulla cucina vietnamita, un aspetto molto interessante della cultura del mio paese. Mi chiamo Nguyen Dung e lavoro come Responsabile del Servizio dei Clienti di Asiatica Travel. E chiamatemi pure Emma.”

IVdS. Cosa pensi della cucina vietnamita?

In numerosi blog e articoli si parla di cucina vietnamita, dove vengono presentati piatti con ingredienti particolari dal gusto poco conosciuto in occidente. Secondo me la cucina, elemento fondamentale per il popolo vietnamita, non è solo un piatto da preparare e mangiare, ma molto di più.

La cucina si respira nella cultura e nello stile di vita delle famiglie che vivono ogni giorno nel mio paese.
La cucina vietnamita viene vissuta “da casa alla strada” e non importa in quale zona del paese ci troviamo, dal sud al nord, in piccoli paesi di montagna oppure in zone più abitate, il cibo viene condiviso in famiglia oppure è un momento per comunicare con gli altri in strada.

IVdS. Come viene vissuto il momento del pasto in casa?

Il pasto è un momento sacro per qualsiasi Vietnamita e si cerca sempre di viverlo in famiglia. Anche se si è troppo presi dal lavoro, si cerca di tornare a casa per vivere con i propri cari questo momento. Non si tratta di un semplice pasto, può essere visto come un’unione familiare in cui tutti si prendono del tempo da trascorrere con le persone a cui si è più legati e raccontare la fatiche e gli attimi più divertenti della propria giornata.

IVdS. Hai dei ricordi particolari della tua infanzia?

Mi ricordo che quando avevo circa 4 anni, ho dovuto imparare ad usare le bacchettine e mangiare con tutti i membri della famiglia.

tipico pasto vietnamita
Cucina vietnamita

Prima del pasto, chi veniva designato come responsabile della “consegna del riso”, normalmente un membro femminile della famiglia, distribuiva a tutti il riso e poi, come segno di educazione erano i più giovani ad invitare gli adulti e gli anziani ad iniziare per primi il pasto. In pratica sono i nipoti ad invitare i nonni, i figli i loro genitori in segno di rispetto e solo successivamente tutti possono iniziare a mangiare insieme.
Legato proprio alle usanze del mangiare mi è venuto in mente un ricordo che inevitabilmente fa sorridere. Nel passato, i nostri antenati sceglievano le nuore e i generi anche per i loro comportamenti tenuti durante il pranzo. Dovevano essere educati e non parlare masticando, essere garbati e quindi non dovevano fare cadere il riso o fare rumore battendo la ciotola con le bacchettine. Per fortuna, oggi non ci sono più queste regole ferree, ma le abitudini dentro di noi persistono e siamo portati sempre a seguire gli insegnamenti ricevuti quando eravamo più piccoli.

IVdS. Quali sono i piatti che non possono mancare sulla tavola delle famiglie vietnamite?

Come in ogni famiglia, ci sono sempre piatti e ricette diverse ma in linea generale l’equilibrio del pasto vietnamita viene garantito da 5 piatti: il riso (cotto a vapore o fritto), le verdure (bollite o saltate con aglio), la carne (saltata, al caramello), salse e zuppe.
Un pasto tipico potrebbe essere del riso saltato, accompagnato da spinaci cotti all’acqua, del pesce cucinato al caramello accompagnato da salsa di pesce al peperoncino e della zuppa di zucca.

IVdS. Spesso quando si intraprende un viaggio in Vietnam si sceglie di mangiare in strada, in questo modo si è più veloci e si possono assaggiare vari piatti tipici. Come vivono i vietnamiti la cucina in strada?

In Vietnam basta fare due passi nelle città e nei paesi per accorgersi che le bancarelle sono ovunque e aperte a qualsiasi ora. Ovviamente l’esperienza del pasto sarà diversa rispetto a quello che avviene in casa, ma sempre molto reale e legata alla vita di tutti i giorni.

Hanoi cibo strada Vietnam
Hanoi – cibo in strada

I vietnamiti vivono il mangiare nei ristoranti o per la strada come un momento di scambio di informazioni e novità. Per esempio spesso si parla dell’aumento del prezzo della benzina, dell’elettricità e altre problematiche a livello mondiale. In questo modo non è più fondamentale leggere i giornali, perché si è informati soltanto trovandosi in questi luoghi di scambio di informazioni oltre che meta ideale per un pasto buono e veloce. Ogni bancarella diventa una vera e propria agenzia stampa dove poter incontrare la voce più vera e genuina della gente.
Per questi motivi le bancarelle in strada sono rapide e veloci e danno un servizio che va al di là della semplice vendita di un prodotto o il consumo di un pasto.

IVdS. E per quanto riguarda i ristoranti?

piatto tipico vietnamita
Piatto vietnamita

Al contrario, mangiare nei ristoranti è un’altra storia.
Il menu è ricco nelle scelte, dai piatti della montagna ai frutti di mare, da carne di bufalo alle uova di formica, si possono assaggiare ricette più laboriose dai gusti particolari.
Tuttavia, i piatti devono rispettare i criteri standard degli esigenti palati vietnamiti.

Il gusto: non deve essere troppo piccante, dolce, salato e nemmeno eccessivamente agrodolce. Lo chef deve riuscire a creare un connubio di sapori capaci di colpire il palato vietnamita non facile da accontentare

Buona combinazione di Yin- Yang, creando equilibrio tra le due forze che sono al tempo stesso complementari ed antagoniste all’interno di tutti i fenomeni ed aspetti della vita.

IVdS. Ci spieghi meglio la teoria dello Yin e Yang?

Lo Yin rappresenta la terra, un elemento femminile, scuro, umido ad energia passiva, mentre lo Yang è il cielo, maschile, asciutto, caldo ad energia attiva.
I vietnamiti cercano di applicare la teoria dello Yin e Yang anche all’interno dei piatti che preparano per trovare sempre equilibrio nella vita partendo da ciò che mangiano.

E’ molto importante durante le stagioni più fredde aumentare il tempo di cottura e condire il piatto che si sta preparando con un pizzico di sale in più. Questo aiuta il nostro corpo ad avere più energia, rafforzando lo Yang. Invece, durante i mesi più caldi è importante utilizzare dei metodi di cottura più leggere con meno sale, si nutre lo Yin e si raffredda il nostro corpo.
Una regola molto importante da seguire è che ogni cibo deve essere cotto almeno leggermente ed è importare servirlo ancora caldo per avere una digestione più leggera.

Tutti i cibi crudi e freddi sono sempre Yin, come possono essere la verdura e la frutta, mentre un esempio di cibi Yang sono i cereali integrali, gli ortaggi a radice, la carne bianca e rossa e i formaggi stagionati. Per esempio, I frutti di mare sono freddi quindi devono essere accostati in cucina con la salsa ginger o la citronella, il limone o i peperoncini, per creare un equilibrio dal gusto perfetto.

IVdS. Abbiamo sentito parlare della teoria cinese dei 5 elementi. Viene seguita anche in Vietnam nella preparazione dei cibi?

Si, la teoria dei 5 elementi è molto seguita in Vietnam per la preparazione del cibo ed è legata allo Ying e allo Yang.

Tutti i sapori e gli odori sono uniti con i cinque elementi che fanno parte dello Ying oppure dello Yang e bisogna sempre fare attenzione a come vengono associati all’interno di un piatto, per raggiungere un benessere fisico durante la giornata.
Tutto ciò che ha un sapore piccante verrà associato al metallo, le pietanze con un gusto aspro invece sono legate al legno. L’acqua è associata ad un gusto salato, mentre l’amaro con il fuoco. Per finire il sapore dolce e più equilibrato è unito alla terra.
Quindi i 5 elementi metallo, legno, acqua, fuoco e terra giocano un ruolo fondamentale nella preparazione dei piatti vietnamiti ed è anche per questo che la nostra cucina risulta così buona ed unica.

Zuppa Pho tipico Vietnam
Zuppa Pho – tipico piatto vietnamita

Un piatto tipico, che sicuramente avrete modo di assaggiare durante il vostro viaggio in Vietnam (e che consiglio perché buonissimo!) è il Pho.

Una zuppa con molte varianti, che può essere cucinata con le ossa di bovino che donano un sapore dolce legato all’elemento terra, il garretto di manzo, l’amaro di anice stellata e la cannella di limone come elemento del fuoco, sale che è legato all’elemento dell’acqua, le tagliatelle di riso e il succo di limone per il legno, e la parte piccante data dai peperoncini per unire anche l’elemento del metallo.

Sicuramente non è facile cimentarsi nella cucina vietnamita, ma il gusto dato da ingredienti semplici, naturali e facili da trovare rende questi piatti tra i migliori al mondo.

IVdS. Prima di salutarci, ti chiediamo di dirci due modi di dire tipici vietnamiti legati al mondo culinario.

I primi modi di dire che mi vengono in mente sono questi:

“ Ăn trông nồi, ngồi trông hướng”

“Si deve guardare la pentola mangiando, guardare bene il posto prima di sedersi.”

Questo consiglio vietnamita ricorda di considerare bene ogni situazione prima di prendere una decisione. Non ci si può abbuffare se nella pentola c’è poco riso e se si è ospiti non ci si può sedere di propria iniziativa senza chiedere permesso al padrone di casa.

“ Ăn quả nhớ kẻ trồng cây”

“Si mangia un frutto pensando al coltivatore.”

Quando si mangia qualsiasi frutto è importante ricordare e rispettare tutte le persone che hanno lavorato per fare nascere il frutto che ora possiamo gustare.

 

Lasciamo la nostra amica Emma di Asiatica Travel con un languorino, la cucina vientnamita già inizia a stuzzicarci. Come ogni paese è ricca di tradizioni, cultura e nuove idee da provare e magari riproporre una volta tornati a casa ad amici e parenti per trasmettere un pizzico dell’atmosfera trovata in viaggio.

Conoscete ricette vietnamite facili da creare anche in Italia? Scrivetecelo nei commenti

  • author's avatar

    By: Laura e Lorenzo

    Eccoci! Una bancaria creativa con un’innata voglia di scrivere e viaggiare. Un insegnante della scuola superiore alla ricerca dell’inquadratura perfetta con la sua reflex. Innamorati del mondo, cerchiamo sempre di trovare quel posticino, poco conosciuto, che rende il viaggio ancora più autentico ed inusuale!

  • author's avatar

Fai viaggiare il nostro racconto..

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *