L’isola di Pellestrina

Isola di Pellestrina da scoprire a piedi o in bicicletta

La destinazione di oggi? Un’isola senza tempo, meta di numerosi cicloturisti, che si trova tra Chioggia e Venezia: l’isola di Pellestrina.

Mai sentita nominare? Un’occasione per scoprire un luogo poco conosciuto.

isola di Pellestrina
Isola di Pellestrina

L’isola è collegata alla terraferma tramite vaporetto oppure con alcuni servizi privati di trasporto di persone e bici. Se siete un gruppo numeroso con le biciclette consigliamo di affidarvi a Bragozzo Ulisse, che vi trasporterà tutti insieme direttamente sull’isola per poi riportarvi sulla terraferma alla fine della giornata.

Pellestrina by bike
Vivere l’isola sulle due ruote

Come raggiungere l’Isola di Pellestrina

Sui vaporetti dell’Actv, società che gestisce il trasporto pubblico della regione, è possible imbarcare un numero limitato di biciclette, quindi se siete un gruppo numeroso, più di 5/6 persone potreste essere separati e ritardare la partenza del giro sull’isola. Per chi non arriva in bicicletta, ma è comunque desideroso di girare l’isola sulle due ruote, è possibile noleggiare le bici appena scesi dal traghetto.

Il costo del biglietto andata e ritorno da Chioggia a Pellestrina è di 10 Euro più 2 Euro per il trasporto della bicicletta. Se state programmando di tornare più volte in questa zona, oppure pensate ad una vacanza più lunga a Venezia non dimenticate che potete richiedere la Carta Venezia. Per chi risiede fuori dalla regione Veneto ha un costo di 50 Euro e vale per 5 anni. Con questa card è possibile acquistare i biglietti per il trasporto pubblico ad un prezzo ridotto. Qualche esempio? La tratta Chioggia – Pellestrina con la Carta Venezia ha un costo di 2,60 andata e ritorno. Salire su un qualsiasi traghetto a Venezia prevede l’acquisto di un biglietto di Euro 7,00, che ha durata 75 minuti dalla prima validazione. La Carta Venezia da la possibilità di acquistarlo per Euro 1,30. Per ulteriori informazioni trovate il link al sito ufficiale della Società ACTV, dove sono esposti i prezzi in vigore, spiegate le regole di utilizzo e trovate gli uffici dove è possibile acquistarla.

Calma e tranquillità a Pellestrina

Oasi naturalistica Ca’ Roman – Isola di Pellestrina

Per gli amanti degli animali e della natura una sosta nella zona sud dell’isola è d’obbligo! Scendete alla fermata Ca’ Roman, dove si trova un’oasi naturalistica protetta dalla Lipu, la  Lega Italiana Protezione Uccelli. Qui è possibile fare bellissime passeggiate immersi nella natura e se si è fortunati avvistare diverse specie di uccelli, perché questa zona è via di passaggio delle più grandi rotte migratorie d’Italia.

Non avendo molto tempo da dedicare all’isola decidiamo di scendere direttamente alla fermata di Pellestrina. Appena arrivati notiamo la parte destra dell’isola decisamente brulla, una lingua di terra e poi il mare, mentre la zona a sinistra è abitata, ci sono piccole romantiche casette e alcune barche ormeggiate lungo la costa.
Sembra che il tempo si sia fermato, ogni tanto si intravedono panni stesi, alcuni bambini che si rincorrono e dei pescatori che sistemano le reti e si preparano per la giornata successiva.

Ristorante sull’Isola di Pellestrina – L’Osteria la Rosa –

Ostaria La Rosa Pellestrina
Ostaria La Rosa – Pellestrina

Quest’isola vive soprattutto di turismo e camminando si intravedono piccole trattorie che propongono i loro menù a base di pesce.
Per caso siamo entrati a “L’Osteria la Rosa” dove siamo stati accolti da Maddalena, la proprietaria insieme al marito del locale. E’ stato un po’ come tornare da vecchi amici, fermarsi a chiacchierare, scoprire gli stili di vita del luogo e capire un po’ di più come è la vita su quest’isoletta.
Subito capiamo l’amore di Maddalena per la “sua” isola e la forza di volontà nel cercare di creare un’attività capace di sostenere lei e la sua famiglia.

Vivere tutto l’anno sull’Isola di Pellestrina

Ci racconta dell’inverno, decisamente non facile da affrontare, quando il tempo si contrappone tra gli isolani e la terraferma. Ricorda di aver dovuto affrontare solamente due momenti “pericolosi” mentre stava andando a scuola, per colpa di un brutto temporale e del mare che non voleva calmarsi.

Vivere a Pellestrina Ostaria La Rosa
Ostaria La Rosa – Pellestrina

Noi che siamo abituati a vivere sulla terraferma, vediamo la vita su un’isola difficile e problematica, ma pensandoci bene anche chi nasce nei piccoli paesini di montagna intorno a noi preferisce spostarsi tutti i giorni lungo strade impervie anche con la neve e il brutto tempo!

Una chicca da non perdere che ci ha consigliato Maddalena è trascorrere qualche giorno in quest’isola in occasione delle Secche della Berola, che normalmente hanno luogo tra il 5 e il 6 di gennaio, a seconda delle maree. Durante questi giorni il mare si ritira dalla parte della laguna, scoprendo un paesaggio unico ed emozionante.

L’Ostaria La Rosa propone cucina casalinga con specialità di pesce di laguna e si trova in Via Zennari 656/b sull’Isola di Pellestrina.

Questo articolo non è assolutamente stato sponsorizzato dall’Osteria La Rosa, ma è nato spontaneamente dopo essere entrati per caso e aver trascorso qualche ora in questo locale.

  • author's avatar

    By: Laura e Lorenzo

    Eccoci! Una bancaria creativa con un’innata voglia di scrivere e viaggiare. Un insegnante della scuola superiore alla ricerca dell’inquadratura perfetta con la sua reflex. Innamorati del mondo, cerchiamo sempre di trovare quel posticino, poco conosciuto, che rende il viaggio ancora più autentico ed inusuale!

  • author's avatar

Fai viaggiare il nostro racconto..

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *