The Moon Landscape, Sossusvlei e la Dead Vlei!

Eccoci di nuovo in viaggio lungo le strade namibiane, le ore trascorse in macchina sono molte e anche abbastanza movimentate, ma i paesaggi al di là del finestrino meritano davvero! Quindi se state progettando un viaggio in questa terra mettetelo in conto …
Abbiamo lasciato alle nostre spalle la città di Swakopmund e ci dirigiamo verso il sito chiamato “The Moon Landscape”, basta osservare una fotografia di questo bellissimo paesaggio per capire il motivo del suo nome…

Due passi nel Canyon di Sesriem e si riparte, qui siamo solo di passaggio, la nostra destinazione finale è la zona chiamata Sossusvlei, dove si trovano le famose dune di sabbia rossa.
Ci siamo avvicinati alle porte del deserto di Sossusvlei, in modo da pernottare nell’unico campeggio all’interno di questa aerea e poter essere pronti di mattina presto per poter ammirare l’alba dalla cima di una di queste dune rosse.

Devo spendere dueIn cima alla Duna parole sulla sfortuna che ogni tanto sembra proprio seguirci, anche qui le condizioni meteorologiche ci sono state avverse. Soffiava un vento davvero forte e vi ricordo che la zona è sabbiosa, questo significa freddo e polvere praticamente ovunque!

Dopo una notte trascorsa in tenda e qualche ora di sonno, siamo pronti all’alba per la tanto sognata camminata sulle dune di sabbia!!
La scalata alla duna si è rilevata un po’ più dura del previsto, il vento soffiava contro di noi e la sabbia continuava ad alzarsi, creando un effetto spettacolare ma altrettanto fastidioso!!
La conquista della vetta è stata ancora più emozionante e le sensazioni provate una volta arrivati in cima e occupato un posticino su questa “montagna” di sabbia sono state davvero indimenticabili. E poi vedere sorgere il sole da questa prospettiva …

E’ abitudine di quasi tutti i viaggi organizzati portare i “turisti” a vedere la Duna 45 (tutte le dune sono numerate!) perché considerata in qualche modo diversa dalle altre, anche qui il consiglio di Davide si è rivelato perfetto, invece di “ammucchiarci” insieme agli altri visitatori di questo luogo ci siamo fermati in un’altra duna, potendo così godere appieno e in solitudine di questo paesaggio spettacolare a 360°!

I posti da scoprire non sono ancora finiti, ci incamminiamo verso la Dead Vlei, una delle zone più conosciute e fotografate della Namibia, un vecchio lago che nel tempo si è seccato ed è rimasto con degli alberi di acacia dalle forme contorte ed originali.Deadvlei

Viste le condizioni atmosferiche anomale abbiamo avuto l’opportunità di fotografare questa zona con una luce e dei colori del tutto diversi dal normale, quindi senza il tipico cielo azzurro intenso e la sabbia di colore rosso acceso. L’atmosfera sembrava quasi stregata, con nebbiolina leggera che aleggiava sopra di noi e le fotografie “portate a casa” sono risulatate davvero particolari e inusuali rispetto a quelle più comuni scattate in questo luogo che si vedono nei giornali o libri dedicati ai viaggi.

Il punto più a sud che raggiungiamo in questi 14 giorni di viaggio è il paese di Sossusvlei, costituito da 94 anime che ti accoglie con cartelli di benvenuto e alcune macchine, ormai d’epoca, in parte seppellite dalla sabbia del deserto, davvero da non perdere!!

Prima di rientrare nella capitale per tornare in Italia ci fermiamo sul lago Oanob, dove salutiamo questo indimenticabile paese che ci ha accolti e ci ha lasciato portare nel cuore una piccola parte di un mondo così diverso dal nostro ma allo stesso tempo affascinante e ricco di emozioni!

Ormai la vacanza è terminata, con un po’ di magone saliamo sul nostro aereo e ritorniamo alle nostre vite di tutti giorni, ma nel cuore porteremo sempre con noi i volti delle persone che abbiamo avuto l’opportunità di incontrare durante questo percorso di viaggio, sperando di aver lasciato in loro un ricordo del nostro passaggio.

Macchina all'entrata del paesino di Solitaire
Macchina all’entrata del paesino di Solitaire
  • author's avatar

    By: Laura e Lorenzo

    Eccoci! Una bancaria creativa con un’innata voglia di scrivere e viaggiare. Un insegnante della scuola superiore alla ricerca dell’inquadratura perfetta con la sua reflex. Innamorati del mondo, cerchiamo sempre di trovare quel posticino, poco conosciuto, che rende il viaggio ancora più autentico ed inusuale!

  • author's avatar

Fai viaggiare il nostro racconto..

E tu cosa ne pensi?

2 thoughts on “The Moon Landscape, Sossusvlei e la Dead Vlei!

  1. Alceo ha detto:

    Foto stupende e testi ben fatti. Complimenti.ti consiglio la carriera giornalistica. Ciao! Alceo.

  2. iviaggidiserendipity ha detto:

    Grazie Alceo! Siamo contenti che i nostri articoli e le fotografie di viaggio ti piacciono, intanto cerchiamo di migliorare i nostri racconti e gli scatti poi chissà cosa riserva il futuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *